Advertisements

Select your language

La nuova guida tascabile di Dublino

La nuova guida di Dublino
Home > Personaggi famosi d'Irlanda > James Joyce: un personaggio amato e odiato dai dublinesi

James Joyce: un personaggio amato e odiato dai dublinesi

La rubrica di oggi la dedico allo scrittore James Joyce, un personaggio controverso, amato e odiato allo stesso tempo dai dublinesi.

Ma perchè odiato?

Dovete sapere che lo scrittore, nonostante il suo profondo legame con la città di Dublino (città nella quale nasce), che descrive sotto ogni aspetto nei suoi romanzi, non volle mai identificarsi con una società che lui stesso definiva come ”corrotta” e ”paralizzata”.

”Dublino è il centro della paralisi spirituale diffusasi in tutta l’ Irlanda: sull’isola stagna l’odore speciale della corruzione.

Realtà e corruzione a Dublino sono sinonimi. La corruzione che ha ucciso cuori e coscienze, porta alla paralisi spirituale, alla morte dell’ anima.”

James Joyce trascorre molti dei suoi anni all’ Estero, tra l’ Italia, la Svizzera e la Francia, e non si è mai sentito completamente parte della società irlandese.

Forse l’ aver ritratto i dublinesi come un popolo frustrato, immobile, prigioniero e privo di sentimenti, ha portato gli irlandesi a non amare particolarmente la personalità di questo autore.

In città ci sono diverse statue che lo rappresentano.

james-joyce.png

C’ è un’ espressione che viene utilizzata per commentare la statua che vedete nell’ immagine di sopra, ed è ”The dick with the stick”, che conferma chiaramente l’ antipatia che alcuni dublinesi provano nei confronti dello scrittore.

Esiste un’ altra parte invece che riconosce il valore significativo delle opere dello scrittore e lo dimostra celebrando il Bloomsday, ovvero la festa nazionale in onore di James Joyce.

-Il Festival

In Irlanda il 16 giugno si celebra il “Bloomsday“ in onore dello scrittore James Joyce, con una serie di eventi, promozioni culturali nella città.

Il nome della festa deriva da Leopold Bloom, protagonista dell’opera “Ulysses“, mentre la data viene scelta poichè significativa nella vita dello scrittore che poi riporterà nello stesso romanzo.

Il 16 giugno 1904, infatti, Joyce uscì per la prima volta con Nora Barnacle, sua futura moglie, e in seguito scelse questa data per ambientare tutti i fatti narrati nell’Ulysses, come oridinaria giornata di Leopold Bloom a Dublino.

Bloomsday-1600.jpg
Bloomsday Brunch

-Chi era James Joyce

Nasce il 2 febbraio 1882 a Rathgar, un quartiere di Dublino.

Fece i suoi primi studi presso i gesuiti e nel 1898 si iscrisse al College di Dublino (University College) dove si laureò nel 1902.

Nel 1904 si trasferì a Trieste dove in breve divenne amico di intellettuali e scrittori, tra i quali Italo Svevo.

Dopo lo scoppio della prima guerra mondiale si trasferì a Zurigo e poi a Parigi, per tornare di nuovo nella città svizzera prima della sua morte, avvenuta il 13 gennaio 1941.

Accanto all’ Ulisse, considerato uno dei romanzi più importanti della letteratura del XX secolo, Joyce viene ricordato soprattutto per il libro di racconti Gente di Dublino (Dubliners) e Ritratto dell’ artista da giovane (A Portrait of the Artist as a Young Man), conosciuto in Italia anche come Dedalus.

Il libro Gente di Dublino in lingua italiana

Advertisements

You may also like...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: